giovedì 19 settembre 2013

Preparazione di base nr. 3: Pan di spagna

Eccoci qua con il ripasso delle preparazioni di base. Oggi affronteremo il pan di spagna, che rispetto alla preparazione nr. 2 è notevolmente più semplice..e rapido!

La mia ricetta del pan di spagna mi accompagna da quando, a 12 anni, feci il mio primo corso di cucina.
Poi negli anni, ne ho provati altri, con più uova, con più farina, con più zucchero.
Però, penso che questo sia il migliore: buono, semplice e genuino... come la professoressa che con tanta tenacia decise di insegnare a cucinare a dei ragazzini e che inconsapevolmente mi portò a sviluppare questa passione che coltivo da allora.





Ingredienti
  • 3 uova
  • 200 gr. zucchero
  • 200 gr. farina
  • 1/2 bustina di lievito ( Pan degli Angeli)
  • burro
  • 1 tortiera 
Preparazione

Sbatti le uova con lo zucchero con la frusta elettrica (o nel mixer) per un paio di minuti. 
Aggiungi la farina, un cucchiaio alla volta ed infine il lievito e sbatti il composto finché non avrai ottenuto un impasto omogeneo.

Imburra la tortiera, versa il composto e sbatti due o tre volte su un piano orizzontale per eliminare eventuali bolle. Inforna per 20 minuti circa, in forno ventilato a 180°.

Una volta fredda, taglia la torta a metà e farciscila come preferisci.

Questa sera ho pensato di fare la torta Raggio di Sole.
Per farla avrai bisogno di un barattolo di pesche sciroppate e due confezioni di panna fresca da montare.

Dopo aver tagliato il pan di spagna a metà, togli la parte superiore e appoggiala su un piatto.
Bagna l'interno della torta con lo sciroppo delle pesche. Monta la panna, fino a farla diventare ben soda, e riempi la base del pan di spagna.
Taglia una pesca sciroppata a pezzettini e distribuiscili sopra la panna.

Copri la base farcita con l'altra metà di pan di spagna ed esegui lo stesso procedimento. Bagna con lo sciroppo e spalma la panna montata. Per lo strato superiore, però, le pesche ( 2 metà dovrebbero bastare) vanno tagliate a spicchi e disposte a raggiera, intorno ad una pesca lasciata intera posizionata al centro.

Una volta decorata, riponi la torta in frigorifero... se resisti alla tentazione di non mangiarla subito!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...